Now Playing Tracks

"Ridiamo come le montagne non appena gli voltiamo le spalle, ogni volta che sono sicure che nessuno le veda. Come il mare che si ostinano a chiamare furioso mentre le tempeste non sono che i suoi sghignazzi. Come le nuvole che se piangono pioggia è solo per il gran ridere. Come il vento che non fa che sganasciarsi e soffia soltanto perché deve riposare il respiro"  (Ligabue)

Guardate che simpatico animaletto. Sembra un drago, ma non vola né sputa fuoco, ha però un atteggiamento difensivo distintivo: si afferra la coda e si arriccia ad anello. Si tratta di una specie protetta a metà tra l’armadillo e la lucertola chiamata Cataphractus Cordylus. E’ un animale interessante, totemico, che ispira esoterismo e ricorda l’alchemico Uroboro: un simbolo molto antico che raffigura un serpente che si morde la coda. Rappresenta la natura ciclica delle cose, la teoria dell’eterno ritorno, e tutto quello che è rappresentabile attraverso un ciclo che ricomincia dall’inizio dopo aver raggiunto la propria fine. Non ha un che di affascinante e primordiale? 

LIVE - LOVE - LAUGH

E se cambiassimo il modo di pensare? Questo dannatissimo approccio commerciale alla vita? Dobbiamo trovare lavoro per vivere e non vivere per trovare lavoro! L’obiettivo di questa breve parentesi chiamata esistenza non è farsi rompere le palle dalla società: è vivere, amare e ridere. Il resto è contorno, chiacchiericcio! Fondiamo il partito delle tre L? :)

We make Tumblr themes